Ritratti
16 Maggio 2018
In tanti anni di carriera Milo Manara ha incontrato tanti personaggi della scena culturale, non solo italiana. La sua capacità di confezionare ritratti emozionanti s’era già evidenziata con una bellissima e conosciuta illustrazione che omaggiava lo scomparso Andrea Pazienza, fumettista che Milo apprezzava tantissimo. Nel 2018 è stato chiamato a illustrare alcuni cantanti e cantautori che hanno fatto la storia del festival popolare di Sanremo e la breve galleria che vedete testimonia la suggestione che i ritratti di Manara sanno evocare.
Romeo e Giulietta
16 Maggio 2018
Impossibile non collegare il maestro veronese Milo Manara con le icone più famose della città veneta, i protagonisti della storia di William Shakespeare Romeo e Giulietta, di cui Manara ha realizzato una serie di illustrazioni. I disegni sono stati utilizzati poi per la realizzazione del packaging in edizione limitata di una nota marca di panettoni artigianali. Una delizia per il palato e per i collezionisti d’arte, ed anche della letteratura. Un progetto unico e ardito: rappresentare sulla scatola di latta tonda di un panettone, la storia d’amore più famosa al mondo, quella tra Romeo e Giulietta.
Zodiaco
16 Maggio 2018
Nel 2014, la galleria franco-belga Huberty & Breyne, una delle principali dedicate alla nona arte, commissiona all’autore veronese una serie di illustrazioni a tema, per la realizzazione di una mostra nei nuovi locali di Bruxelles. È così che è nata la serie dello Zodiaco, una tematica che, stranamente, Manara non aveva mai affrontato in maniera dedicata come in questo caso. L’autore si è cimentato nella realizzazione di tutti e dodici i segni zodiacali, attraverso l’utilizzo di un ciano celestiale e, ovviamente, di splendide protagoniste femminili che interpretano alla sua maniera tutti gli esseri viventi o immaginari che ne fanno parte. Milo Manara con queste dodici splendide illustrazioni recupera l’aspetto umorale dei segni zodiacali e tra le sue mani i dodici segni si trasformano in bellezze eteree e virginali. Dodici divinità che nella sua interpretazione si riappropriano della capacità di influenzare le menti degli uomini trasportandoli in un viaggio da sogno nel firmamento stellato. Dopo essere state raccolte in un portfolio, nel 2018 le illustrazioni sono diventate anche un Calendario edito da COMICON Edizioni.
Omaggi
16 Maggio 2018
Una serie di omaggi con cui Manara celebra i grandi autori del fumetto e dell’illustrazione internazionale: Jordi Bernet, Françoise Bourgeon, Guido Crepax, Paolo Eleuteri Serpieri, Jean-Claude Forest, Frank Miller, Frank Frazetta, Vittorio Giardino, Jaime Hernamdez, Gérard Lauzier, Tanino Liberatore, Guy Peellaert, Hugo Pratt, Frank Springer, U-Jin, Alex Varenne e Goerges Wolinski. Sono disegni a carboncino nero, su foglio giallo da imballaggio in cui le protagoniste sono le meravigliose donne degli autori omaggiati, con il tratto erotico inconfondibile di Manara; “… tentativi di introdursi in quelle meravigliose sinapsi, produttrici instancabili di estrema bellezza…” (cit. di Maurizio de Giovanni, dall’intro al volume Donne di Carta).
Pubblicità
15 Maggio 2018
La carriera di Manara è esemplare come testimonianza della capacità della sua arte, e del Fumetto tutto, di poter dialogare in quanto linguaggio autonomo, con altri settori della cultura e della comunicazione, fra cui possiamo annoverare anche la Pubblicità. La maestria di Milo nell’illustrare, con una sola immagine, un concetto, un claim di un marchio, un brand, una campagna commerciale è ben testimoniata dalle immagini di questa galleria, in cui le figure femminili simbolo dell’arte di Manara, sono al servizio del messaggio promozionale di riferimento, delicate, sognanti, fantasiose e per niente gratuite.
Favole Libertine
06 Aprile 2018
Oltre alle rinomate favole dall’alto valore morale e simbolico che tutti conosciamo, l’autore francese Jean de La Fontaine fu anche scrittore di sonetti e racconti licenziosi e libertini. Nel 2011 Milo Manara s’è cimentato nell’illustrare questi poemetti, sintetizzando, in 12 splendide immagini, l’erotismo e la voluttà insite in quelle fiabe per adulti. Prendono vita così 12 illustrazioni che riescono a raccontare una parte della storia, grazie al fascino dell’ambientazione seicentesca, di quella speciale tensione sensuale proveniente dalla miscela di voyeurismo, bigottismo e lussuria celata da tende drappeggianti e ampie sottane pronte a rivelarsi.
Il profumo dell’invisibile
16 Febbraio 2018
Il fumetto è ispirato al romanzo L’uomo invisibile, scritto nel 1881 da H.G. Wells, in cui si narra di uno scienziato che, in cerca di fama e ricchezza, inventa una lozione che gli consente di diventare invisibile; da quel momento si trova ad affrontare una serie di problemi legati alla sua nuova condizione apparentemente irreversibile. Manara immagina che tra le cose che un uomo invisibile possa fare ci siano aspetti fondamentalmente sexy, come spiare la donna amata o interagire con giovani fanciulle (spogliarle nel bel mezzo di una folla e scherzi simili). La storia nasce su richiesta della rivista francese Écho des Savanes, edito da Albin Michel, che aveva pubblicato con enorme successo Il Gioco. È in questa storia che compare per la prima volta Miele, il personaggio femminile di Manara più noto e che comparirà successivamente in altre storie.